• Dott.ssa Silvia Piol de Vecchi

La sterilizzazione nella coniglia da compagnia


La sterilizzazione è un intervento chirurgico che viene eseguito in anestesia generale durante il quale vengono asportati gli organi riproduttivi femminili ovvero le ovaie oppure le ovaie e l’utero.

Questo intervento, considerato di routine nella pratica chirurgica di cani e gatti, è ancora visto con timore da molti proprietari di conigli. Si ritiene infatti che i conigli siano particolarmente sensibili all’anestesia ma in realtà, se questa è gestita correttamente da un veterinario esperto e l’animale è in buono stato di salute, il rischio non è maggiore rispetto a quello presente in un cane o un gatto.




I motivi per decidere di sottoporre la propria coniglia alla sterilizzazione sono molti.


Vediamoli insieme!


1- Prevenzione della gravidanza. Le coniglie sono animali prolifici e precoci. Possono essere pronte per la prima gravidanza già prima dei 4 mesi di età. Nella coniglia il calore si presenta ogni mese e ogni gravidanza può portare alla nascita di 5 piccoli.

2- I conigli sono animali molto sociali e per una qualità della vita ottimale hanno bisogno di vivere in gruppo con altri conigli. La gerarchia presente nei loro branchi li rende però molto territoriali e difficilmente, se non sterilizzati, riescono a convivere pacificamente con i loro simili: questo porta a situazioni pericolose (lotte, morsi..) e sgradevoli (marcatura dell’ambiente con urina). Le femmine in particolare possono diventare molto aggressive e mordaci anche nei confronti delle persone per la loro tendenza a difendere la tana.

3- Le coniglie non sterilizzate tendono a urinare e defecare nell’ambiente e raramente utilizzano la cassetta igienica.

4- La coniglia che non si accoppia può sviluppare un quadro ormonale definito “falsa gravidanza”. È una sindrome che si presenta molto di frequente in cui la coniglia si comporta come se fosse in gravidanza: si strappa il pelo dall’addome, prepara un nido, produce latte (può sviluppare mastite), diventa più aggressiva nel difendere il territorio.

5- Le coniglie, a partire dai 5-6 anni di età, tendono a sviluppare tumori maligni dell’utero. A volte questi tumori sono asintomatici e al momento della diagnosi la coniglia può avere già metastasi polmonari. L’unica prevenzione è la sterilizzazione.


I vantaggi che derivano dallo sterilizzare la propria coniglia sono molti di più degli svantaggi. Rivolgendovi a un medico veterinario esperto in medicina e chirurgia del coniglio il rischio anestesiologico è ridotto e potrete godere per molti anni della compagnia della vostra coniglietta garantendo salute e benessere.

6 Ansichten

© 2020 Tierklinik Tscherms . IMPRESSUM . PRIVACY